Magliano Vetere

Ubicato nel cuore del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, a cavallo tra la valle del Calore e quella dell’Alento, il comune è formato da tre borghi, Magliano Vetere, Magliano Nuovo e Capizzo. Il territorio di Magliano Vetere era abitato già nel VI sec. a.C. dai Romani, che da qui controllavano il traffico commerciale attraverso il valico della Preta Perciata. Al periodo romano risale il toponimo, che si può ricondurre a “Manlius” nome gentilizio, cui fu poi aggiunto “vetera” cioè “città vecchia”. Con la caduta dell’Impero Romano sopraggiunsero i barbari che, per contrastare l’imperatore Giustiniano, costruirono un castello. Nel IX sec. Magliano Vetere venne elevato a contea da Siconolfo, principe longobardo di Salerno; mentre i Normanni la elessero stato concedendola in feudo ai Sanseverino i quali, nel XV sec., la vendettero ai Carafa: l’ultimo signore fu Nicola Pasca, che perse il feudo nel 1806. Nel XVII sec. il paese fu dato alle fiamme perché i suoi abitanti furono accusati di aver dato asilo ad un brigante. I superstiti si spostarono verso la zona dove sorgeva il castello ed ivi diedero vita a Magliano Nuovo. Magliano Vetere era un centro di un certo rilievo grazie alla felice posizione geografica, infatti trovandosi tra la valle del Calore e quella dell’Alento, controllava il traffico commerciale tra l’interno e la costa e, in virtù di questo, ottenne il diritto di pedaggio.
Attualmente Magliano Vetere si fa apprezzare per la bontà dei prodotti locali.
Da segnalare la produzione di olio d’oliva; della pancetta longa e longarella, preparata con carne di maiale e aromatizzata con pepe, prezzemolo e finocchietto, e che per la stagionatura non viene arrotolata, ma lasciata stesa; la coltivazione di uva da vino, con cui vengono prodotti i vini DOC “Castel San Lorenzo”; la coltura delle castagne è antica, infatti si ha notizia, in un documento del 1183-85, che essa veniva praticata già nell’XI sec.


Tratto dalla guida "Viaggio tra le Meraviglie della Campania" - Annangelo Sacco Editore

Ubicato nel cuore del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, a cavallo tra la valle del Calore e quella dell’Alento, il comune è formato da tre borghi, Magliano Vetere, Magliano Nuovo e Capizzo. Il territorio di Magliano Vetere era abitato già nel VI sec. a.C. dai Romani, che da qui controllavano il traffico commerciale attraverso il valico della Preta Perciata. Al periodo romano risale il toponimo, che si può ricondurre a “Manlius” nome gentilizio, cui fu poi aggiunto “vetera” cioè “città vecchia”. Con la caduta dell’Impero Romano sopraggiunsero i barbari che, per contrastare l’imperatore Giustiniano, costruirono un castello. Nel IX sec. Magliano Vetere venne elevato a contea da Siconolfo, principe longobardo di Salerno; mentre i Normanni la elessero stato concedendola in feudo ai Sanseverino i quali, nel XV sec., la vendettero ai Carafa: l’ultimo signore fu Nicola Pasca, che perse il feudo nel 1806. Nel XVII sec. il paese fu dato alle fiamme perché i suoi abitanti furono accusati di aver dato asilo ad un brigante. I superstiti si spostarono verso la zona dove sorgeva il castello ed ivi diedero vita a Magliano Nuovo. Magliano Vetere era un centro di un certo rilievo grazie alla felice posizione geografica, infatti trovandosi tra la valle del Calore e quella dell’Alento, controllava il traffico commerciale tra l’interno e la costa e, in virtù di questo, ottenne il diritto di pedaggio.
Attualmente Magliano Vetere si fa apprezzare per la bontà dei prodotti locali.
Da segnalare la produzione di olio d’oliva; della pancetta longa e longarella, preparata con carne di maiale e aromatizzata con pepe, prezzemolo e finocchietto, e che per la stagionatura non viene arrotolata, ma lasciata stesa; la coltivazione di uva da vino, con cui vengono prodotti i vini DOC “Castel San Lorenzo”; la coltura delle castagne è antica, infatti si ha notizia, in un documento del 1183-85, che essa veniva praticata già nell’XI sec.


Tratto dalla guida "Viaggio tra le Meraviglie della Campania" - Annangelo Sacco Editore

Alcune idee a Magliano Vetere

Cosa fare

Servizi

Nelle vicinanze

Prenota on line

Seleziona la lingua

Seguici su

Iscriviti alla newsletter

Destinazione/Cilento
è parte del progetto SOUTH ITALY
sostenuto dalla Rete Destinazione Sud
Fanno parte del progetto SOUTH ITALY:


Copyright 2017-2019 Rete Destinazione Sud
Aiutaci a migliorare il nostro portale: per suggerimenti o problemi contattaci all’indirizzo eventi@retedestinazionesud.it