Monteforte Cilento

Monteforte Cilento è un piccolo paese di circa 700 abitanti, posto alle pendici del Monte Chianiello, e gode, pertanto, di un suggestivo panorama sull’alta Valle dell’Alento.
Il suo nome, che richiama l’aspra roccia che lo circonda, deriva proprio da questa sua posizione strategica: Monte Fortis, cioè “altura fortificata”.
Come altri paesi del Cilento, fu fondato dai monaci basiliani, fuggiti dall’Oriente per scampare alla lotta iconoclasta.
Nel Medioevo, questo piccolo centro rappresentava uno degli avamposti della Baronia di Novi (è situato sull’importante strada che collegava l’intera baronia con Capaccio), capeggiato dal leggendario condottiero Guglielmo di Monteforte.
Lo sviluppo edilizio del comune è stato ostacolato dall’esigua superficie edificabile disponibile, contenuta all’interno della mutazione perimetrale; ciò ha determinato la necessità di costruire nuove case al di fuori di essa, contribuendo in tal modo alla conservazione del patrimonio edilizio originario, che è rimasto integro e quasi intatto.
Per tali caratteristiche la zona storica di Monteforte si pone come un contesto ambientale di grande valore, con la sua rete di intricate stradine, le case di pietra e alcuni palazzi signorili, con i loro portali in pietra e le belle ringhiere in ferro battuto (i settecenteschi palazzi Gorga e Forte e il Palazzo Baronale con le vecchie carceri).

Tratto dalla guida "Viaggio tra le Meraviglie della Campania" - Annangelo Sacco Editore

Monteforte Cilento è un piccolo paese di circa 700 abitanti, posto alle pendici del Monte Chianiello, e gode, pertanto, di un suggestivo panorama sull’alta Valle dell’Alento.
Il suo nome, che richiama l’aspra roccia che lo circonda, deriva proprio da questa sua posizione strategica: Monte Fortis, cioè “altura fortificata”.
Come altri paesi del Cilento, fu fondato dai monaci basiliani, fuggiti dall’Oriente per scampare alla lotta iconoclasta.
Nel Medioevo, questo piccolo centro rappresentava uno degli avamposti della Baronia di Novi (è situato sull’importante strada che collegava l’intera baronia con Capaccio), capeggiato dal leggendario condottiero Guglielmo di Monteforte.
Lo sviluppo edilizio del comune è stato ostacolato dall’esigua superficie edificabile disponibile, contenuta all’interno della mutazione perimetrale; ciò ha determinato la necessità di costruire nuove case al di fuori di essa, contribuendo in tal modo alla conservazione del patrimonio edilizio originario, che è rimasto integro e quasi intatto.
Per tali caratteristiche la zona storica di Monteforte si pone come un contesto ambientale di grande valore, con la sua rete di intricate stradine, le case di pietra e alcuni palazzi signorili, con i loro portali in pietra e le belle ringhiere in ferro battuto (i settecenteschi palazzi Gorga e Forte e il Palazzo Baronale con le vecchie carceri).

Tratto dalla guida "Viaggio tra le Meraviglie della Campania" - Annangelo Sacco Editore

Alcune idee a Monteforte Cilento

Cosa fare

Servizi

Nelle vicinanze

Prenota on line

Seleziona la lingua

Seguici su

Iscriviti alla newsletter

Destinazione/Cilento
è parte del progetto SOUTH ITALY
sostenuto dalla Rete Destinazione Sud
Fanno parte del progetto SOUTH ITALY:


Copyright 2017-2019 Rete Destinazione Sud
Aiutaci a migliorare il nostro portale: per suggerimenti o problemi contattaci all’indirizzo eventi@retedestinazionesud.it